Il trend dei prodotti “plant based”

Senza dubbio, negli ultimi anni, il settore degli alimenti di origine prevalentemente vegetale, o di quelli totalmente vegani è cresciuto davvero molto e gli esperti vedono questo trend in continua crescita.

Nel periodo compreso tra il 2015 e il 2019 si è registrata una crescita annuale pari a circa il 20% di nuovi prodotti con claim vegani (sia nel settore del food che in quello del beverage).

In questo periodo storico in cui la crisi ambientale si fa più marcata, il consumatore medio è sempre più consapevole e attento a tutto quello che gravita attorno a questo tema, come l’impatto ambientale e la sostenibilità.

La scelta nel momento dell’acquisto è determinata anche da un altro aspetto: l’attenzione per la propria salute e benessere. Molti studi, infatti, supportano la tesi che una dieta vegana/vegetariana abbia numerosi benefici, ad esempio la prevenzione di disturbi cardiovascolari, l’ipertensione, il diabete, ecc..

Infine, c’è da parte del consumatore una maggiore curiosità, rispetto al passato, verso le “cose nuove ed alternative”, che devono comunque essere gustose e appetibili.

Negli ultimi mesi, tuttavia, la pandemia di Covid-19 ha rallentato notevolmente i consumi di questa tipologia di prodotti: la gran parte delle persone, costrette per diverse settimane a casa, è tendenzialmente “ritornata” verso i cibi tradizionali, anche e soprattutto per motivi economici.
Per tale motivo, le aziende hanno momentaneamente “cambiato rotta”, puntando meno allo sviluppo di nuovi lanci e concentrando le proprie risorse sul mantenimento dei prodotti “sicuri e tradizionali”.

Gli esperti comunque ritengono che si tratti di un ripiego momentaneo.

Di fatto, l’insorgenza del Coronavirus è correlata in qualche modo al consumo di prodotti di origine animale (come il virus dell’ influenza suina, dell’ aviaria,…); queste associazioni porteranno a incrementare l’idea sempre più condivisa che i prodotti di origine vegetale siano più sicuri, oltre che fonti proteiche sostenibili.
E’ inoltre verosimile che questa pandemia globale porterà ad una maggiore ricerca di alimenti provenienti da fonti locali, con origine certa e controllata.

Tra le nostre rappresentate, le aziende che possono offrire valide proposte, funzionali e sostenibili in questo ambito applicativo sono:

Cosucra https://www.cosucra.com/che offre proteine da pisello (Pisane™) e fibre funzionali (Swelite ™) derivate da piselli coltivati in Belgio e Francia,
Nuwen https://www.nuwen.com/fr/ che offre macro e micro alghe raccolte in una zona protetta della Bretagna (Francia)

Per ulteriori informazioni, siamo a vs. disposizione! http://www.victa.it/contatti/

Archivio news